Kamishibai - teatro di carta

Il Kamishibai è un progetto artistico ispirato ai “teatri di carta” giapponesi. Una forma di narrazione molto antica, nata appunto in Giappone quasi mille anni fa. Questo linguaggio sfrutta un piccolo teatro di legno che, dall’inizio del secolo scorso, viene montato su una bici, per raggiungere mercati, piazze e strade di ogni città. 

 

Come funziona? Il narratore richiama l’attenzione dei presenti con un segnale sonoro e apre la cornice rettangolare del teatro. Qui vengono mostrati, uno dopo l’altro, i disegni che accompagnano la storia. Il narratore conduce così la sua performance, alternando il racconto distaccato con l’immedesimazione nei suoi personaggi, stimolando gli ascoltatori con domande, indicando, in ogni disegno gli elementi narrati e trovando, al momento giusto, un riferimento esterno nello spazio fisico e reale che lo circonda. Tutto questo per alcuni minuti, finché la storia non richiede di chiudere la cornice e ripartire per cercare altrove la sua continuazione, o la sua fine.

 

Fino ad oggi inQuanto teatro ha prodotto e realizzato tre storie in stile Kamishibai, che raccontano le incredibili avventure di altrettanti personaggi, tutti da scoprire.