Presunzione
due cuori e una tenda canadese

Questo è uno spettacolo sull’amore. 

Beth e Tom sono una coppia di tipici trentenni che in qualche modo tirano avanti. Tirano avanti la loro relazione, facendosi un sacco di domande, ma trovando pochissime risposte. Stressati, sgangherati, insicuri, cinici, eppure incredibilmente teneri e divertenti; i due protagonisti trovano rifugio in una tenda canadese, una sorta di vacanza fuori dal tempo. Qui la loro convivenza prende la forma di un gioco: un interminabile duello combattuto con le armi dell’ironia. Così, tra una sdraio, un tavolino da campeggio e qualche bicchiere di troppo, si compone il ritratto di due amanti, molto lontani da quelli delle soap opera e dei romanzi rosa, ma tremendamente vicini a tutti noi.

Il testo, fresco e brillante, è il riadattamento di una drammaturgia contemporanea inglese. Per la prima volta viene presentato al pubblico italiano dopo la lettura realizzata al Festival Intercity di Sesto Fiorentino nel 2005.

uno spettacolo di Zucchetti-Oculisti-Bogani
liberamente tratto da Presumption
del gruppo Third Angel
traduzione Lorenzo Stefano Borgotallo

con Diletta Oculisti, Giacomo Bogani
scenografia Allegra Bernaccioni
foto Marco Borrelli
adattamento e regia Edoardo Zucchetti

PRODUZIONE 2015 inQuanto teatro
col sostegno di Nexus Studio
grazie a Teatro della Limonaia – Intecity Festival

durata 60 minuti

Circuitazione
Cortile Palazzo Frizzoni, Bergamo
TAG, Teatro a Granarolo, Granarolo nell’Emilia Firenze
Teatro di Rifredi, Firenze
Festival Intrecci d’Estate, Sesto Fiorentino