Power tales

“Non c’è potere (e responsabilità) più forte di quello che nasce dalla conoscenza di nuove idee e dalla condivisione di nuovi punti di vista.” 

(John Freeman)

In occasione di Estate Fiorentina 2019 inQuanto teatro ha esplorato l’ambito della narrativa contemporanea, traducendo in inedite perfomance alcuni tra i folgoranti contributi di scrittori sconosciuti e di autori celebrati, contenuti nella rivista del volume antologico Freemans’s: Power

Il nuovo numero della rivista statunitense, tradotta e pubblicata in esclusiva da Black Coffee, una giovane casa editrice fiorentina, esplora i diversi significati della parola potere con reportage, racconti e poesie: il potere inteso come aspirazione, affermazione di libertà e rapporto di forza col mondo.

Il progetto si è articolato in due parti. La prima un laboratorio aperto alla cittadinanza. A partire dalla condivisione dei racconti, abbiamo stimolato una rilettura da parte dei partecipanti, per creare delle performance che includessero i testi originali.

La seconda, è stata un evento speciale, ovvero la presentazione delle performance e delle letture al pubblico, coronata dalla partecipazione del curatore americano John Freeman, nostro ospite, in un incontro aperto a tutti che ha unito spettacolo e approfondimento, con la presenza dei traduttori e degli editori italiani della rivista.

un progetto di inQuanto teatro

ideazione Andrea Falcone
adattamento testi Andrea Falcone
preparazione fisica Floor Robert
con Diletta Oculisti, Massimiliano Galligani, Michela Andreini, Lucrezia Borriello, Teresa Flor Castellani, Maria Cristina Lisi, Lino Bandini, Federico Franchina, Barbara Fini.
comunicazione e organizzazione Julia Lomuto

regia Giacomo Bogani

 

PRODUZIONE 2019 inQuanto teatro
col contributo del Comune di Firenze, Estate Fiorentina 2019
in collaborazione con Edizioni Black Coffee, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea