Il gioco di Adamo

Che cosa faranno mai Adamo ed Eva nel paradiso terrestre? All’alba dei tempi, quando niente è quotidiano, ogni parola è una scoperta, ogni gesto è un tentativo che non conosce il risultato. È con questo spirito che prende forma uno spettacolo sulla meraviglia, il racconto di un grande gioco tutto nuovo, senza regole da seguire. Adamo ed Eva toccano ogni cosa per la prima volta. Hanno la fantasia dei bambini e la possibilità degli adulti di renderla realtà, per questo ci piacciono tanto!

Oltre le diversità del mondo presente, oltre la distanza del tempo, abbiamo cercato una storia capace di unire bambini e adulti, nonostante le loro differenze; abbiamo ritrovato il primo uomo, la prima donna, in un mondo senza tempo dove tutto è ancora possibile. Seguendo le loro avventure attraverso le tradizioni, i racconti greci e latini, arabi, ebrei e slavi, ci siamo incamminati nei territori dell’immaginazione. Quello che abbiamo visto è un mito rinato che ancora può essere scoperto, vissuto e reinventato. Il nostro desiderio è quello di accompagnarci, insieme ai bambini, verso questa storia e ritrovare un posto dove le suggestioni della tradizione e le possibilità del presente possano vivere insieme, mescolarsi, giocare.

Giocando con le parole e la recitazione, adottando le forme della narrazione e ricorrendo all’aiuto del canto, della coreografia e dell’illustrazione, ci muoviamo tra la storia e il pubblico, in un gioco di mediazione. Questa posizione di collegamento tra il reale e l’inventato è rafforzata dagli oggetti usati nelle scene: cose di tutti i giorni, carta, attrezzi, colore. Tutto nasce da zero, davanti agli occhi di chi guarda, perché la vera magia non è in ciò che possiamo fare in scena, ma in tutto quello che può essere visto e capito, imparato e reinventato fuori, in un gioco che continua oltre lo spettacolo.

Spettacolo Finalista Premio Scenario Infanzia 2010

uno spettacolo di inQuanto teatro
con Floor Robert, Giacomo Bogani, Andrea Falcone
drammaturgia Andrea Falcone
disegno luci e audio Matteo Balbo, Giulia Broggi
tecnica di scena Giulia Broggi
scene e costumi inQuanto teatro

PRODUZIONE 2010 inQuanto teatro
in collaborazione con La Piccionaia – I Carrara

durata 50 minuti

Debutto | Minifest – Castello degli Ezzelini, Bassano